Villa Grock, uno stile stupefacente

Villa Grock, Imperia

Villa Grock, a Imperia, è chiamata anche Circo di pietra perché fu la dimora del famosissimo “Re dei clown”, lo svizzero Adrien Wettach, di cui un altrettanto celebre collega e connazionale, Dimitri (al secolo Jacob Müller), disse: A Grock, il più grande di tutti, bastavano una sedia e un violino. Lui ha rappresentato il vertice assoluto della nostra arte.

L’uomo cui bastavano una sedia e un violino per far impazzire di risate l’Europa e il mondo (anche Charlie Chaplin lo apprezzò molto) capitò per caso a Imperia negli anni Venti del Novecento. Se ne innamorò, vi acquistò un pezzo di terra nel quale fece costruire la sua Villa (un tempo “Villa Bianca”, il nome della figliastra, poi “Villa Grock”, appunto, lo pseudonimo dell’artista).

Secondo il pittore e critico d’arte Eugenio Corradi, Villa Grock (che oggi ospita anche il Museo del Clown), è un’esuberanza di stile stupefacente. Il Liberty frammisto di molti elementi eclettici fa pensare all’arte di un tempio indiano, il tetto sopra il belvedere assomiglia a una pagoda, i lampioni nel parco intorno alla piscina sono una reminiscenza di una vicina ma ormai trascorsa Belle Époque. Tutte le linee sono un florilegio. Interessante ed esorbitante per stili… (E. Corradi, “La dinamica dell’arte oltre il moderno”, Armando, Roma 2014).

“Esuberante”, “stupefacente”, “esorbitante”… Anche Grock era così, e per esserlo gli erano sufficienti una sedia e un violino.

Photos via:
https://www.flickr.com/photos/lizinitaly/6882829105 https://www.flickr.com/photos/lizinitaly/6882868785 https://www.flickr.com/photos/14791620@N08/3530961372 https://www.flickr.com/photos/biaggino/4338037661 https://www.flickr.com/photos/mastino70/5956076242 https://www.flickr.com/photos/ikimuled/14179962697 https://www.flickr.com/photos/ikimuled/14364912242

June 4, 2015

Villa Grock, uno stile stupefacente

Imperia
Via Fanny Roncati Carli, s.n.
Ufficio Beni Culturali di Imperia: +39 0183 704211
+39 0183 704318