“Street Alps Festival”: murales e montagne

1-Andrea-Casciu-Street-Alps

Andrea Casciu

Nel 2014 è nato “Street Alps Festival”, una rassegna internazionale di arte di strada in ambiente pedemontano che sta riempiendo di immagini colorate i paesi della Val Pellice e della Val Chisone. In questi anni, tra aprile e settembre, le pareti delle case di Torre Pellice, Pinerolo e Piossasco, contrade circondate da boschi e montagne, hanno fatto da tela a muralisti provenienti da tutto il mondo, trasformandosi nei pezzi di una collezione d’arte pittorica a cielo aperto.

L’idea di “Street Alps Festival” è venuta nel 2014 ad alcuni ragazzi dell’associazione Pigmenti, con sede a Pinerolo, che nel tempo, partendo dalla propria cittadina, sono riusciti a coinvolgere nel progetto anche i paesi vicini, ai quali l’amenità dell’ambiente alpino in cui sono immersi non risparmia comunque aspetti di degrado. Da qui l’idea di intervenire contro il grigiore urbano con l’arte di strada.

Molti i nomi degli artisti coinvolti: da Axel Void, di Miami, all’argentino Francisco Bosoletti; dagli americani 2 Alas al collettivo brasiliano “Bicicleta Sem Freio” (“Bicicletta senza freno”); dallo svedese Etnik allo statunitense Derek Bruno; dall’australiano Reka alla portoricana Anamarietta. Senza dimenticare, naturalmente, gli italiani, tra i quali Pixel Pancho, i Sea Creative e i Vesod Brero, Riccardo Ten Colombo, Andrea Casciu, Guido Bisagni, Giò Pistone…

E da quest’anno, con la collaborazione di “Street art Tourino”, ci sarà ogni mese anche il tour guidato alla scoperta dei murales realizzati durante le quattro edizioni del Festival (la prima passeggiata con vista mozzafiato sulle montagne del Pinerolese ha avuto luogo lo scorso 18 febbraio, e ad aprile incominceranno quelle mensili).

Photos via:
www.streetalps.com/2018/02/07/street-alps-tour-winter-edition/

March 12, 2018

“Street Alps Festival”: murales e montagne