Moleria Locchi di Firenze, l’invisibile e la trasparenza

Moleria Locchi Firenze

In una poesia del Premio Nobel Sully Prudhomme, “Le vase brisé” (“Il vaso infranto”), si legge: «Rimasto intatto allo sguardo del mondo, / Sente in silenzio piangere e aumentare / Il suo taglio finissimo e profondo, / Ma è infranto, non lo devi più toccare» (traduzione di Valerio Magrelli).

I bellissimi versi del poeta francese, delicati e fragili come il vaso cui sono dedicati, potrebbero piacere agli artigiani della Moleria Locchi. Nel loro laboratorio fiorentino le ferite di calici, ampolle, coppe e candelieri vengono curate ogni giorno da più di cento anni.

Dalla bottega di via del Burchiello, nel quartiere San Frediano, escono anche oggetti nuovi, cristalli dalle linee raffinate forgiati negli stili più vari.

Quanto è “invisibile al mondo” qui è trasparente come il vetro.

Photos via:
www.locchi.com https://www.flickr.com/photos/fondazionecologni/

July 7, 2014

Moleria Locchi di Firenze, l’invisibile e la trasparenza

Firenze
Via Domenico Burchiello, 10
+39 055 2298371
+39 055 229416