Luigi Ghirri e “Lotus International” in mostra alla Triennale di Milano

ghirri-01.jpg.foto.rmedium

Il grande fotografo Luigi Ghirri (1943-1992) iniziò la sua collaborazione con la rivista trimestrale di architettura “Lotus International” nei primi anni Ottanta del secolo scorso. Un rapporto durato quasi dieci anni, praticamente fino alla fine della vita dall’artista.

A tale importante e proficua esperienza è dedicata una bellissima mostra organizzata dalla Triennale di Milano, intitolata “Luigi Ghirri. Il paesaggio dell’architettura”, visitabile fino al prossimo 9 settembre.

Nel bel libro “Paesaggio e architettura nell’Italia contemporanea” si dà conto del valore di questa straordinaria relazione:

Nel 1982 Luigi Ghirri aveva inaugurato la propria collaborazione decennale con la “Lotus International” di Pierluigi Nicolin, con le immagini invernali del cimitero di Modena di Aldo Rossi. Le fotografie di Ghirri segnano un punto di svolta nei rapporti tra fotografia e architettura, con il passaggio da strumento ausiliario a discorso autonomo, da supporto documentario a sguardo interpretante.

La svolta non si esaurisce però in una conquistata autonomia: coinvolge e investe l’oggetto della rappresentazione e i modi della sua narrazione. La fotografia svolge così un ruolo crescente e decisivo nel restituire visibilità al paesaggio italiano, alle sue trasformazioni (G.Durbiano-M. Robiglio, “Paesaggio e architettura nell’Italia contemporanea”, Donzelli, Roma 2003).

Photos via: ©Gianluca di Ioia, © LaTriennale di Milano

July 30, 2018

Luigi Ghirri e “Lotus International” in mostra alla Triennale di Milano

Milano
Palazzo della Triennale, Viale Alemagna, 6
+39 02 724341