L’Orto Botanico di Roma e l’oro della regina Cristina

Orto Botanico di Roma - Rome Botanical Garden

Dodici ettari, tremila specie vegetali: l’Orto Botanico di Roma – con sede nell’antica Villa Corsini, dove nel XVII secolo la regina senza trono Cristina di Svezia in compagnia di una congrega di alchimisti cercava di trasmutare i metalli in oro – è un meraviglioso “hortus conclusus” sulle pendici del Colle Gianicolo, un angolo preservato dalla concitazione della città.

Erede del “Pomerius” vaticano di papa Niccolò III, risalente al XIII secolo, l’Orto Botanico capitolino, dopo aver traslocato più volte, stabilì qui la sua sede solo nel 1883, anno in cui divenne proprietà dello Stato italiano.

Viali, palme, serre di varie tipologie, giardini, fontane fanno di questo luogo un rifugio non solo per gli appassionati di botanica, ma per chiunque desideri immergersi in una straordinaria varietà di profumi, luci e colori.

L’oro cercato dalla regina Cristina sta tutto in questa stupenda miniera vegetale. E non occorrono astrusi esperimenti per trovarlo.

Photos via:

March 24, 2017

L’Orto Botanico di Roma e l’oro della regina Cristina

Roma
Palazzo Corsini, largo Cristina di Svezia, 24
+39 06 49917108
+39 06 4991710