L’Ipogeo dei Volumni e le teste di Medusa

Perugia, Ipogeo dei Volumni, Ponte San Giovanni - Hypogeum of the Volumnus family

Nell’Ipogeo dei Volumni, la tomba sotterranea etrusca di Ponte San Giovanni, frazione a cinque chilometri da Perugia, sono disseminate varie teste di Medusa, la creatura infernale dallo sguardo pietrificante che fu decapitata da Perseo, il quale, per soprammercato, ne utilizzò poi la testa come una terribile arma per neutralizzare i nemici.

In questo splendido Ipogeo, scoperto casualmente nel 1840 e risalente con una certa probabilità al III secolo a.C., le teste di Medusa si trovano ovunque: scolpite sui tetti di alcuni dei dieci ambienti che lo compongono e su molte delle urne cinerarie che lo popolano.

Negli oggetti d’arte della cultura etrusco-italica, la mostruosa Gorgone mitologica dai velenosi e serpentini capelli si trova spesso come elemento decorativo di metope, frontoni, antefisse di tetti, vasi, scudi e armature. Da mostro mortifero a figura apotropaica che tiene lontano il male: una trasformazione “classica”, secondo l’idea “omeopatica” che l’orrido è scacciato solo dall’orrido.

Si può entrare tranquillamente nell’Ipogeo dei Volumni. Qui è Medusa a essere stata pietrificata.

Photos via:
www.flickr.com/photos/cabrer/14624400617

February 11, 2015

L’Ipogeo dei Volumni e le teste di Medusa

Ponte San Giovanni (Pg)
Via Assisana
Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Umbria: +39 075 5759600
+39 075 5728651