Le tre civiltà di Tharros

Tharros, località San Giovanni di Sinis, comune di Cabras (Oristano)

Nell’antica città di Tharros, sulla punta meridionale della penisola del Sinis, sono stratificate le tracce archeologiche di tre importanti civiltà: fenicia, cartaginese e romana.

I Fenici si stabilirono qui nell’VIII-VII secolo, fondando la città su un villaggio nuragico risalente all’età del bronzo. Della loro presenza restano, tra l’altro, le vestigia di due necropoli, indizio della probabile esistenza di due distinti e vicini insediamenti abitativi.

Il “tofet”, area sacra di origine fenicia utilizzata per la conservazione di urne in ceramica contenenti resti combusti di animali e fanciulli, fu poi “ereditato” dai Cartaginesi, che arrivarono a Tharros nella seconda metà del VI secolo rimanendovi fino al 238 a.C., anno della conquista romana della Sardegna. A loro si deve la cinta fortificata, un quartiere di botteghe artigiane, il cosiddetto “tempio delle semicolonne doriche” e le caratteristiche tombe a camera.

I Romani risistemarono l’assetto urbanistico di Tharros, con la riorganizzazione delle strade e la costruzione del sistema fognario, di impianti termali, dell’acquedotto, di numerose tombe e di altro ancora.

Pochi i resti relativi all’epoca paleocristiana e bizantina.

©Giancarlo Aritzu, ©Chris, ©Sergio Bertolini, ©Cristiano Cani, ©Alessandro

May 9, 2017

Le tre civiltà di Tharros

Tharros, località San Giovanni di Sinis, comune di Cabras (Oristano)
+39 0783 370019