Le “Fiaccole” di Abbadia San Salvatore: il rito del fuoco illumina il Natale

Di Barbara Palladino

Si tratta di un rito ancestrale, che si tramanda di generazione in generazione. Ad Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena, nel periodo che precede il Natale si allestiscono le cataste di legna che verranno incendiate la notte della Vigilia.

E’ un appuntamento al quale gli abitanti del comune vicino al Monte Amiata si preparano ogni anno sin dall’autunno, andando alla ricerca del legno perfetto per le “fiaccole”, ovvero le cataste a forma di piramidi alte fino a sette metri che ogni “terziere” del borgo medievale cura nel dettaglio, come dei piccoli monumenti rurali fatti di tradizione.

Un vero e proprio rito del fuoco, che sposa simboli religiosi e pagani, legando uomo e natura in un omaggio alla montagna che si trova alle spalle del borgo. L’evento si apre alle 18 della sera della Vigilia, con la “Cerimonia di Accensione” e la “Benedizione del Fuoco”, che danno inizio ai festeggiamenti. Solo dopo che la fiaccola di fronte al Municipio è stata accesa, i Capi Fiaccola portano le loro torce divampanti tra i vicoli del borgo, alimentando le fiamme delle decine di cataste di legna che illumineranno il centro storico.

La comunità di Abbadia San Salvatore celebra ogni anno il rito con un calendario di eventi e mercatini natalizi, che avvolgono la strade in un’atmosfera magnetica e suggestiva.

 

Abbadia San Salvatore (Siena)
https://www.cittadellefiaccole.it

Photos via:
https://www.cittadellefiaccole.it

December 23, 2019