La Vespa “Farobasso” e le vacanze romane

Vespa 125 Farobasso 1952

Eccolo, il mito: la Vespa su cui Gregory Peck e Audrey Hepburn vagabondarono per Roma nelle “Vacanze romane” più conosciute e imitate del mondo, il film statunitense diretto da William Wyler nel 1953 che incassò circa dodici milioni di dollari.

Questa Vespa 125 è un modello del 1952 (la V30T), ed è detta anche “Farobasso”, a causa del fanale posto sul parafango anteriore anziché sullo sterzo (una modifica adottata qualche anno prima).

Lo scooter della Piaggio – anch’esso, come il film, destinato a un successo planetario –, progettato da Corradino D’Ascanio, fu brevettato nel 1946, ed è una delle icone del design italiano, in mostra permanente nel MoMa di New York.

L’innovazione principale fu la carrozzeria che copriva parti meccaniche e motore, così da preservare il guidatore e il compagno di viaggio dal rischio di sporcarsi.

Ma i due protagonisti del film – un giornalista e una principessa in incognito – erano talmente ebbri di Roma e d’amore che forse non avrebbero fatto nemmeno caso all’eventuale macchiolina d’olio sui vestiti.

Photos via:
www.rmauctions.com/lots/lot.cfm?lot_id=1065645 spokewheels.altervista.org

August 21, 2014