La Rocca Paolina di Perugia e il pane insipido

Perugia, Rocca Paolina

Alla Rocca Paolina di Perugia sono legate storia e leggenda.

La storia è quella della Guerra del Sale del 1540, che ebbe inizio con la ribellione al papa Paolo III da parte della città umbra, formalmente appartenente agli Stati della Chiesa sebbene le fosse garantita una certa autonomia. Nel 1539, il Pontefice – al secolo Alessandro Farnese –, incurante della pesante carestia patita dalla popolazione, aveva pensato bene di aumentare il prezzo del sale. Ne scaturì un generale malcontento, astutamente alimentato dai nobili locali, desiderosi di affrancarsi del tutto dal potere romano.

Così, dopo aver emanato una bolla di scomunica nei confronti dei ribelli, il Papa inviò a Perugia un esercito condotto dal figlio Pier Luigi Farnese e formato in parte da soldati lanzichenecchi. La città capitolò il 3 giugno 1540 e il Papa costrinse i perugini a edificare la “sua” Rocca. Antonio da Sangallo il Giovane progettò quindi una fortezza che sarebbe diventata la sede della guarnigione pontificia. Perugia perse definitivamente i pochi privilegi di libertà di cui aveva goduto fino ad allora.

La leggenda, che prende le mosse da questa vicenda storica, spiega l’origine del tipico pane insipido umbro. Secondo la tradizione infatti, i perugini, dopo la dura sconfitta subita, smisero di salare il pane: attraverso tale forma di boicottaggio mettevano in atto la loro silenziosa protesta contro l’aumento del prezzo del sale e contro lo strapotere pontificio.

Storia e leggenda all’ombra della Rocca.

Photos via:
www.flickr.com/photos/atocim/3929790881 www.flickr.com/photos/atocim/3930568458 www.flickr.com/photos/auntielola/9063341520 www.flickr.com/photos/hen-magonza/9086242310 www.flickr.com/photos/robertofavini/9043461850

January 12, 2015

La Rocca Paolina di Perugia e il pane insipido

Perugia
Piazza Italia, 11