La Porta Borsari di Verona e una tragedia shakespeariana

Porta Borsari, a Verona

Fu probabilmente nei pressi di Porta Borsari, a Verona, che prese il via una delle tragedie più famose del mondo, i cui protagonisti, Romeo e Giulietta, resi celebri dall’omonima opera teatrale di William Shakespeare, conclusero la loro tormentata storia d’amore con il suicidio.

Come è noto, essi appartenevano a due nobili famiglie veronesi da lungo tempo in guerra fra di loro: Romeo ai Montecchi, Giulietta ai Capuleti. La morte dei due ragazzi metterà fine al conflitto fra i due casati.

La goccia che fece traboccare il vaso fu una rissa mortale consumatasi fra alcuni componenti delle due schiatte. L’episodio ci è stato raccontato, prima che da Shakespeare, dallo scrittore piemontese Matteo Bandello (1485-1561), nella novella intitolata La sfortunata morte di due infelicissimi amanti che l’uno di veleno e l’altro di dolore morirono, con vari accidenti:

Erano le feste della Pasqua della Resurrezione, quando avvenne che sul Corso, vicino alla porta dei Borsari, verso Castelvecchio, molti di quelli dei Capuleti incontrarono alcuni dei Montecchi e con l’arme fieramente li assalirono. Tra i Capuleti c’era Tebaldo, primo cugino di Giulietta, giovane molto prode de la persona, il quale esortava i suoi a menar le mani animosamente contro i Montecchi e non risguardar in viso a persona […].

Or ecco che sopraggiunse Romeo […]. Egli, veduti i suoi parenti essere a le mani con i Capuleti, si turbò forte […] e per acquetar il rumore, ai suoi compagni e servitori altamente disse, e fu da molti nella contrada sentito: “Fratelli, entriamo in mezzo a costoro e vediamo per ogni modo che la zuffa non vada più innanzi, ma sforziamoci a fargli por giù l’arme”.

Purtroppo, conclude Bandello, il suo buon proposito non andò a buon fine e la battaglia di strada si concluse con l’uccisione di Tebaldo proprio da parte di Romeo, costretto poi a fuggire da Verona per la grande tristezza di Giulietta, la quale non la morte del cugino piangeva, ma la perduta speranza del matrimonio col suo amato.

Tutto questo accadeva molto tempo fa nei pressi di questa magnifica e importante porta romana, edificata probabilmente intorno al I secolo d.C.

Photos via: ©mira66, ©Pedro Landín, ©M Roa, ©Paul Arps, ©Michele

March 1, 2016

La Porta Borsari di Verona e una tragedia shakespeariana

Verona
Corso Porta Borsari