La Cava d’Ispica, meraviglia offerta alle allegrie della luce

Cava d’Ispica, Modica, Ragusa

Lo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino ha scritto che la Cava d’Ispica, vicino a Modica, è una valle lunga e magra, bucherellata di grotte antiche e sacelli, diserbate muraglie, intreccio di tunnel e oblò offerti alle allegrie della luce.

La Cava d’Ispica è un canyon lungo 13 chilometri che ha ospitato per millenni generazioni di uomini e donne, dall’Antica Età del Bronzo fino al XVII secolo, le cui vestigia sono costituite da tombe a grotticella del popolo preistorico dei Sicani, ambienti di età ellenistica, necropoli paleocristiane, oratori ipogeici, tombe a tholos, chiese rupestri, eremi monastici, cripte e santuari bizantini con tracce d’affreschi… E anche un castello.

Gli scritti di alcuni esploratori testimoniano come tra queste rocce abitassero persone anche nella seconda metà dell’Ottocento:

Non avremmo mai creduto che a’ nostri giorni vivessero uomini in antri siffatti. Ma essendoci spinti più oltre dentro la valle, vedemmo un drappello di ragazzi, mal coperti con brani di pelli caprine, fuggirsene al nostro arrivo, e ridursi come marmotte sbigottite nei loro ricoveri, chiamando con alte grida i loro parenti. Uscirono costoro e sembravano considerarci con più stupore che tremore… (Aa. Vv., “Usi e costumi di tutti i popoli dell’universo”, Milano 1858).

Naturalmente, oggi la Cava d’Ispica è un’area naturalistico-archeologica di grandissimo fascino, spalancata “alle allegrie della luce” di Sicilia.

Photos via: ©Luca Roccasalva, ©Sebastiano Confalonieri

December 30, 2016

La Cava d’Ispica, meraviglia offerta alle allegrie della luce

Modica (Ragusa)
Strada Provinciale Modica-Cava Ispica, snc
+39 0932 771667