La nuova Stazione di Firenze Santa Maria Novella

La Stazione di Firenze Santa Maria Novella è oggi considerata uno dei capolavori del razionalismo italiano. Ma quando, all’inizio degli anni Trenta dello scorso secolo, fu aperta al pubblico, la novità non destò entusiasmi unanimi.

Specialmente gli intellettuali dell’epoca si divisero nel giudizio sul nuovo complesso ferroviario, costruito – secondo logiche di moderna funzionalità, lontane dai fastosi ideali dell’architettura fascista – da un team di progettisti, il cosiddetto “Gruppo Toscano”, capitanato da Giovanni Michelucci.

A capo dei detrattori c’era il giornalista e critico d’arte Ugo Ojetti, che per il suo conservatorismo in architettura e per la sua strenua opposizione al razionalismo si era meritato l’appellativo di “Sua eccellenza archi e colonne”.

Il favore veniva invece dai giovani intellettuali che si riunivano abitualmente nello storico caffè fiorentino “Le Giubbe Rosse”, in piazza della Repubblica. Tra loro, il romanziere Elio Vittorini (amante, tra l’altro, di viaggi e stazioni: «Se avessi avuto i mezzi per viaggiare sempre», diceva, «credo che non avrei scritto un rigo»).

Così come pure Alessandro Bonsanti, secondo cui la nuova stazione di Firenze «narra con estremo realismo la realtà di accadimenti quotidiani, descritta col rigore di linee e forme convergenti a creare la realtà che li contiene».

Le linee e le forme della struttura ferroviaria – così come il design degli arredi superstiti: gli orologi elettrici di Nello Baroni, le panchine, la grafica delle scritte in bronzo, gli sportelli in cristallo, i pannelli fotografici con le vedute della città – stupiscono per la loro modernità.

Ancora oggi, a più di ottant’anni dalla sua creazione, si può parlare tranquillamente di “nuova stazione ferroviaria”.

La nuova Stazione di Firenze Santa Maria Novella

Firenze
Piazza della Stazione

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Il Museo della Grande Guerra: la storia in vetta

Di Barbara PalladinoCi troviamo sulla Marmolada, in vetta, quota 3000 m. Qui si trova il Museo Marmolada Grande Guerra, uno spazio di...

Palazzo Giordano Apostoli: suggestioni neogotiche

Palazzo Giordano Apostoli si trova a Sassari, nella centrale Piazza d’Italia. Venne edificato nel 1877 - in quello che all'epoca veniva considerato...

Con Move To The Top, sul tetto delle Dolomiti

Di Barbara Palladino Dal 4 luglio riparte la funivia che conduce Malga Ciapèla sulla cima della Marmolada, cuore delle...

Tenute La Montina, regno del Franciacorta

Di Barbara PalladinoLe Tenute La Montina si trovano a Monticelli Brusati (BS), nel nord-est della Franciacorta, a ridosso di un ampio anfiteatro...