La Galileo Condor I, fotografare la libertà

La Condor I viene presentata al pubblico nel 1947 dalle Officine Galileo di Firenze. La Seconda Guerra mondiale è terminata da poco e l’azienda fiorentina si trova nella necessità di riconvertire la produzione fino a un paio d’anni prima finalizzata a scopi militari.

Ecco allora farsi avanti l’idea di una macchina fotografica di ottimo livello, maneggevole e resistente, ispirata al “modello Leica”. Una volta realizzato il progetto, la Galileo decide di sottoscrivere un accordo commerciale con la Ferrania, società ligure produttrice di materiale fotografico, per potenziare la distribuzione della Condor su tutto il territorio nazionale.

Ci sono la pace e la ritrovata libertà da fotografare, c’è la ricostruzione e la diffusa ebbrezza del ricominciamento. C’è la voglia di potersi muovere senza ostacoli e di raccontare quegli anni non solo con le parole, ma anche con le immagini.

Il nome “Condor” è un buon viatico per il successo di questa fotocamera: il volatile di riferimento ha una vista acuta e vola libero e senza sosta per centinaia di chilometri.

Viaggia e osserva, proprio come desiderava fare chi sceglieva questo apparecchio.

Photos via:
http://www.flickr.com/groups/fotocameranalogica/discuss/72157619276602120

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Il Museo della Grande Guerra: la storia in vetta

Di Barbara PalladinoCi troviamo sulla Marmolada, in vetta, quota 3000 m. Qui si trova il Museo Marmolada Grande Guerra, uno spazio di...

Palazzo Giordano Apostoli: suggestioni neogotiche

Palazzo Giordano Apostoli si trova a Sassari, nella centrale Piazza d’Italia. Venne edificato nel 1877 - in quello che all'epoca veniva considerato...

Con Move To The Top, sul tetto delle Dolomiti

Di Barbara Palladino Dal 4 luglio riparte la funivia che conduce Malga Ciapèla sulla cima della Marmolada, cuore delle...

Tenute La Montina, regno del Franciacorta

Di Barbara PalladinoLe Tenute La Montina si trovano a Monticelli Brusati (BS), nel nord-est della Franciacorta, a ridosso di un ampio anfiteatro...