Il teschio con le orecchie della Chiesa di Santa Luciella ai Librai

La Chiesa di Santa Luciella ai Librai è un gioiello architettonico nel centro di Napoli e che l’impegno dell’Associazione Respiriamo Arte ha permesso di riaprire al pubblico. Essa si trova nel vicolo omonimo, detto  “vicus Cornelianus” dai romani, e che collega San Biagio dei Librai a San Gregorio Armeno.
Fondata poco prima del 1327 per volere di Bartolomeo di Capua,  consigliere di Carlo II d’Angiò e indicata come Cappella dell’Arte dei Molinari (mugnai) dalla “Veduta”, ovvero la scenografia urbana disegnata da Alessandro Baratta nel 1628, viene poi presa in custodia dai pipernieri, gli artisti che scolpivano le pietre dure. Questi, lavorando con lo scalpello e temendo che le schegge potessero colpire gli occhi, veneravano proprio Santa Lucia, protettrice della vista.
Nel 1748 la chiesa diverrà sede dell’Arciconfraternita dell’Immacolata Concezione SS. Gioacchino e Carlo Borromeo e in seguito abbandonata per decenni, fino alla recente riapertura.

La particolarità del luogo, oltre agli stemmi mariani settecenteschi, ai dipinti e allo splendido pavimento maiolicato, sta anche nella leggenda che aleggia tra queste mura. Nell’ipogeo, infatti, è custodito il celebre “teschio con le orecchie”, un raro esemplare di cranio con cartilagini mummificate, al quale i fedeli rivolgevano le proprie preghiere, sperando che udendole potesse inviarle nell’aldilà “a chi di dovere”. L’identità è ad oggi sconosciuta e avvolta nel mistero, mentre l’unico dato certo sono le origini, che vengono fatte risalite al Seicento. La leggenda è legata al culto delle anime pezzentelle, quelle anonime, abbandonate e senza degna sepoltura, i cui scheletri venivano dimenticati nelle fosse comuni. Tramite l’adozione di un teschio, il fedele poteva alleviare la pena dell’anima pezzentella (dal latino “petere”, ovvero “chiedere per ottenere”) e ricevere in cambio grazie.

Chiesa di Santa Luciella ai Librai
Vico Santa Luciella, 5
80138 Napoli

Photos via:
http://www.respiriamoarte.it/luoghi/chiesa-santa-luciella-librai
https://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/01/20/foto/salviamo_il_teschio_con_le_orecchie_e_la_chiesa_di_santa_luciella_l_appello_di_respiriamo_arte-156502721/1/#2
http://www.cantolibre.it/il-canto-di-natale-di-dickens-per-salvare-la-chiesa-di-santa-luciella/
http://www.napolitoday.it/blog/l_oro-di-napoli/chiesa-santa-luciella-librai-napoli.html
https://www.napoli-turistica.com/chiesa-dell-arte-della-seta-dei-santi-filippo-e-giacomo/

Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-01Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-02Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-03Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-04Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-05Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-06Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-07Chiesa-Santa-Luciella-ai-Librai-08

Il teschio con le orecchie della Chiesa di Santa Luciella ai Librai

Napoli
Vico Santa Luciella, 5

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Palazzina di Caccia di Stupinigi: fasti in stile Rococò

La Palazzina di Caccia di Stupinigi venne costruita nel 1729 su progetto di Filippo Juvarra e tra il XVIII e il XIX...

Pietro Piffetti: il re degli ebanisti

Di Barbara Palladino Le sue creazioni sono un sunto della magnificenza del Barocco del Settecento. Pietro Piffetti è stato...

Gabinetto del Segreto Maneggio degli Affari di Stato: trionfo dell’arte decorativa

Di Barbara PalladinoCi troviamo a Torino, nel Palazzo Reale, all’interno di uno dei gioielli del Barocco del Settecento. Il Gabinetto del Segreto...

Antonio Stradivari: leggenda e mito del suono perfetto

Di Barbara PalladinoIl violino Stradivari è noto in tutti il mondo come lo strumento perfetto. Suonarlo è il sogno di ogni musicista...