Il Colosseo nei capricci architettonici di Pannini

Giovanni Paolo Pannini (Piacenza, 1691 – Roma 1765) produce i suoi “capricci architettonici” con lo spirito di chi si accinge ad allestire una scenografia teatrale. E in effetti quello dello scenografo fu il mestiere per cui studiò da giovane nella sua città natale.

Poi venne a Roma, dove, con gli ammaestramenti del fiorentino Benedetto Luti – uno dei più importanti artisti neoclassicisti del Settecento –, si specializzò nella decorazione di palazzi.

Le vestigia del glorioso passato di Roma affascinarono non poco il pittore piacentino (e non solo lui, naturalmente), che incominciò a immaginarle adunate su sfondi di fantasia. Scenografie teatrali, appunto.

Qui una serie di queste fantasticherie che hanno come prim’attore il Colosseo.

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Rost Milano: sapori autentici

Di Barbara PalladinoRøst è la storia di un viaggio, che parte dalla citazione, nel nome del ristorante, dell’isola norvegese dalla quale proviene...

Sotto il cielo stellato della Val Gardena

Di Barbara Palladino Dormire in una baita in alta montagna, immersi in uno degli scenari più belli delle Dolomiti,...

Manifattura Tabacchi: il nuovo rinascimento urbano

Di Barbara PalladinoManifattura Tabacchi è un complesso edilizio di architettura razionalista, inaugurato nel 1940, prospicente al Parco delle Cascine a Firenze. Un...

Gucci Garden: nel giardino “segreto” della maison

Di Barbara PalladinoSi trova nel Palazzo della Mercanzia, nel cuore di Firenze, il Gucci Garden, ovvero un luogo tra il reale e...