I Tarocchi del Mantegna in mostra a Milano

Vengono comunemente chiamati “tarocchi”, ma in realtà non lo sono. Un’antica tradizione li ha per lungo tempo attribuiti alla mano di Andrea Mantegna, ma è stato accertato almeno fin dall’Ottocento che il pittore e incisore veneto non ne è l’artefice.

Le ventotto stampe a bulino in mostra fino al prossimo 1 luglio nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano – comunemente conosciute per l’appunto come “Tarocchi del Mantegna” – fanno parte di una serie di cinquanta fogli realizzati nel XV secolo da autori sconosciuti (sono stati fatti i nomi di vari artisti d’area veneta e ferrarese, e recentemente la studiosa Laura Paola Gnaccolini, curatrice della mostra milanese, ha suggerito quello del pittore padovano Lazzaro Bastiani).

I “Tarocchi del Mantegna” – in origine rilegati all’interno di libri e successivamente smembrati per essere accorpati insieme in cinque gruppi di dieci carte ognuno – rappresentano la concezione medievale del cosmo.

In queste bellissime carte – appartenenti alla collezione del cardinale Federico Borromeo – sono raffigurati personaggi simbolici delle arti, delle scienze liberali, delle condizioni umane, dei principi cosmici, delle virtù cristiane. Oltre che Apollo, le Muse, i pianeti, le sfere celesti e Dio.

Eccone una piccola antologia.

Photos via:
http://www.clponline.it/mostre/i-tarocchi-del-mantegna

Tarocchi-del-Mantegna-Clio

Clio

Tarocchi-del-Mantegna-Cronico

Cronico

Tarocchi-del-Mantegna-Erato

Erato

Tarocchi-del-Mantegna-Loica

Loica

Tarocchi-del-Mantegna-Melpomene

Melpomene

Tarocchi-del-Mantegna-Mercurio

Mercurio

Tarocchi-del-Mantegna-Poesia

Poesia

Tarocchi-del-Mantegna-Teologia

Teologia

I Tarocchi del Mantegna in mostra a Milano

Milano
Veneranda Biblioteca Ambrosiana, piazza Pio XI, 2
+39 02 80692215
+39 02 806921

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Il gusto per l’eleganza di Anna Fendi

Di Barbara Palladino La moda, come il vino, fonda il proprio successo su tre leitmotif: passione, eccellenza e ricerca....

Nanda Vigo: artista della luce

Di Barbara PalladinoE’ scomparsa a Milano Nanda Vigo, architetto, designer e artista. Indiscussa protagonista della scena creativa degli anni ’60-’70, ha saputo...

Fontana dell’Acqua Paola: simbolo di Roma

La Fontana dell'Acqua Paola è uno dei punti più noti di Roma, conosciuto e citato in opere cinematografiche e musicali. Nota anche...

Reschio: dove la meraviglia è di casa

Nel piccolo borgo di Lisciano Niccone, tra le dolci colline umbre, troviamo Reschio: un castello millenario, ma anche un’antica tenuta con cinquanta...