I Baci di Alassio, galanteria dannunziana

I Baci di Alassio, inventati nel 1919 da Pasquale Balzola, sono conosciuti anche come “i dolci della galanteria”, secondo un’espressione coniata da un grande scrittore, nonché geniale copywriter, Gabriele D’Annunzio.

Il Vate pescarese era un frequentatore del caffè pasticceria Balzola, nella splendida cittadina ligure. Spesso vi si fermava in compagnia dei due fedeli levrieri e di Eleonora Duse. Ma lo slogan scaturì fortunosamente da un’“imprevista” mancanza di soldi: D’Annunzio si sorprese sprovvisto – gli capitava, qualche volta – del contante per pagare la consumazione. Se la cavò con un sorriso furbescamente complimentoso, e con quella “captatio benevolentiae” che il titolare incassò con ironica indulgenza: «I suoi baci sono i dolci della galanteria», scandì il poeta. Non ci fu bisogno di dire altro.

I meravigliosi dolcetti di cioccolata e nocciole sono ancora qui, nel caffè pasticceria Balzola.

E Alassio è sempre la città «che innamora il sole», per dirla con il verso di un altro poeta, Arturo Graf.

I Baci di Alassio, galanteria dannunziana

Alassio (Sv)
Caffè Pasticceria Balzola, piazza Matteotti, 26
+39 0182 640209

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Il Museo della Grande Guerra: la storia in vetta

Di Barbara PalladinoCi troviamo sulla Marmolada, in vetta, quota 3000 m. Qui si trova il Museo Marmolada Grande Guerra, uno spazio di...

Palazzo Giordano Apostoli: suggestioni neogotiche

Palazzo Giordano Apostoli si trova a Sassari, nella centrale Piazza d’Italia. Venne edificato nel 1877 - in quello che all'epoca veniva considerato...

Con Move To The Top, sul tetto delle Dolomiti

Di Barbara Palladino Dal 4 luglio riparte la funivia che conduce Malga Ciapèla sulla cima della Marmolada, cuore delle...

Tenute La Montina, regno del Franciacorta

Di Barbara PalladinoLe Tenute La Montina si trovano a Monticelli Brusati (BS), nel nord-est della Franciacorta, a ridosso di un ampio anfiteatro...