Gli affreschi della cupola di San Giovanni Evangelista a Parma

Gli affreschi della cupola di San Giovanni Evangelista di Parma, realizzati da Correggio (1489-1534) tra il 1520 e il 1524, inaugurano la libertà illusionistica tipica dell’arte barocca.

Spiega lo studioso Marco Bussagli che, con il suo ciclo “Visione di san Giovanni a Patmos”, Correggio ruppe la consuetudine per cui era sempre necessaria un’architettura in scorcio per giustificare la presenza delle figure negli affreschi delle volte e delle cupole. Adesso santi, profeti, evangelisti, il Cristo e la Vergine, potevano liberamente librarsi nell’aria in un vortice continuo di luce e di colori. In questo modo Correggio pose le premesse perché le volte degli edifici sacri e profani si aprissero allo splendore dei cieli barocchi (M. Bussagli “Prospettiva”, Giunti, Firenze-Milano 2005).

Il critico d’arte Vittorio Sgarbi è dal canto suo convinto che nulla potrà eguagliare l’emozione di salire veramente al cielo, entro la cupola di San Giovanni Evangelista, concepita come uno spazio mentale per l’elaborazione del pensiero creativo di Correggio […] Il percorso della decorazione pittorica irradia da un punto eccentrico nel transetto di sinistra con la lunetta che va dalla chiesa al monastero, raffigurante san Giovanni. Egli è il testimone, il narratore cui sono affidati il racconto e la visione di quanto si apre, d’improvviso, sopra la testa di chi entra nella chiesa: il cielo della cupola con la “Visione di san Giovanni Evangelista” […]. La sua visione celeste diventa un’ipnosi collettiva: in Emilia come a Roma, tutti i pittori del Seicento guardano a Parma; un vero contrappasso: il viaggio a Roma, che Correggio non fece, si tramuta, per gli artisti attivi a Roma, in un “indispensabile” viaggio a Parma, capitale del Rinascimento da cui si genera il Barocco. E sarà dunque Bernini, da Roma, a guardare Correggio e a tentare di riprodurne in pietra la sensualità, l’odore della carne (V. Sgarbi, “Nel nome del figlio”, Bompiani, Milano 2012).

Photos via:
http://atlantedellarteitaliana.it

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

Gli affreschi della cupola

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

Gli apostoli Pietro e Paolo

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

San Simone

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

San Bartolomeo e san Mattia sopra san Giovanni

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in ParmaCorreggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in ParmaCorreggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in ParmaCorreggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in ParmaCorreggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in ParmaCorreggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

San Marco e san Gregorio Magno

Correggio, frescoes of the cupola of San Giovanni Evangelista Church in Parma

Saints Taddeus, James the Lesser, and Thomas

Gli affreschi della cupola di San Giovanni Evangelista a Parma

Parma
Monastero di San Giovanni Evangelista, Piazzale San Giovanni, 1
+39 0521 235311

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Rost Milano: sapori autentici

Di Barbara PalladinoRøst è la storia di un viaggio, che parte dalla citazione, nel nome del ristorante, dell’isola norvegese dalla quale proviene...

Sotto il cielo stellato della Val Gardena

Di Barbara Palladino Dormire in una baita in alta montagna, immersi in uno degli scenari più belli delle Dolomiti,...

Manifattura Tabacchi: il nuovo rinascimento urbano

Di Barbara PalladinoManifattura Tabacchi è un complesso edilizio di architettura razionalista, inaugurato nel 1940, prospicente al Parco delle Cascine a Firenze. Un...

Gucci Garden: nel giardino “segreto” della maison

Di Barbara PalladinoSi trova nel Palazzo della Mercanzia, nel cuore di Firenze, il Gucci Garden, ovvero un luogo tra il reale e...