De Chirico, gli Archeologi e il sogno dell’antico

«Mondo che dorme o mondo che si gloria / d’immutata esistenza, chi può dire?». Sono due versi di Eugenio Montale, tratti dalla poesia “Sarcofaghi”, dalla raccolta “Ossi di seppia”, pubblicati nei primi anni Venti del Novecento.

In quel decennio, il pittore Giorgio de Chirico (1888-1978) dipinge i suoi primi “Archeologi”, un soggetto “metafisico” su cui tornerà più volte durante la sua carriera.

Il ritmo endecasillabo della domanda formulata dal poeta ligure potrebbe sgorgare nella memoria di fronte a questi oli su tela: figure di manichini, in coppia o solitari, con gli addomi colmi di rovine antiche, brani di colonne, tempietti, erme, acquedotti.

Vestigia di un passato – di un’origine: il pittore era nato in Grecia – perduto per sempre e forse immaginato come sede dell’età dell’oro, l’infanzia del mondo, di cui rimangono vaghe impronte di sogno.

De Chirico, "Archeologi" ,1936 Olio su tela

"Archeologi", 1936, olio su tela

"Archeologi", 1961, olio su tela

"Archeologi", 1961, olio su tela

De Chirico "Archeologi", 1927, olio su tela

"Archeologi", 1927, olio su tela

De Chirico "Archeologi", 1965, olio su tela

"Archeologi", 1965, olio su tela

De Chirico "Archeologo", 1927, olio su tela

"Archeologo", 1927, olio su tela

De Chirico, "Archeologi", primi anni Settanta del Novecento, tecnica mista su cartone

"Archeologi", primi anni Settanta del Novecento, tecnica mista su cartone

De Chirico "Archeologo solitario", 1937, olio su tela

"Archeologo solitario", 1937, olio su tela

WEEKLY POSTCARD

I più letti

Il gusto per l’eleganza di Anna Fendi

Di Barbara Palladino La moda, come il vino, fonda il proprio successo su tre leitmotif: passione, eccellenza e ricerca....

Nanda Vigo: artista della luce

Di Barbara PalladinoE’ scomparsa a Milano Nanda Vigo, architetto, designer e artista. Indiscussa protagonista della scena creativa degli anni ’60-’70, ha saputo...

Fontana dell’Acqua Paola: simbolo di Roma

La Fontana dell'Acqua Paola è uno dei punti più noti di Roma, conosciuto e citato in opere cinematografiche e musicali. Nota anche...

Reschio: dove la meraviglia è di casa

Nel piccolo borgo di Lisciano Niccone, tra le dolci colline umbre, troviamo Reschio: un castello millenario, ma anche un’antica tenuta con cinquanta...