Il Museo della macchina per caffè

Il Mumac, Museo della Macchina per Caffè, è stato inaugurato nel 2012 a Binasco  (Milano) in occasione dei cento anni dalla fondazione della Cimbali, storica azienda produttrice del settore.
Un anniversario incominciato dove ne finiva un altro, quello dei centocinquant’anni dell’Unità d’Italia (1861-2011).

L’incrocio delle ricorrenze può essere letto anche all’insegna di un grande amore, quello per il caffè, in cui furono coinvolti personaggi illustri della stagione risorgimentale, come Giuseppe Verdi, secondo cui «il caffè è il balsamo del cuore e dello spirito»; o come Giuseppe Garibaldi, che, in Brasile, si innamorò della futura moglie Anita incontrandola per la prima volta in casa di un conoscente da cui era stato invitato proprio a bere un caffè.

A Binasco, dietro una sinuosa facciata in doghe di metallo progettata dagli architetti Paolo Balzanelli e Valerio Cometti, c’è l’antica sede, ristrutturata e riqualificata, dell’azienda. All’interno è raccontata una bellissima storia di creatività italiana attraverso l’esposizione di una delle più grandi raccolte di macchine per caffè del mondo, la Collezione Maltoni.

Il percorso espositivo – che va dalla macchina “a colonna” del 1901 all’invenzione della leva del secondo dopoguerra, dal design d’autore degli anni Sessanta-Ottanta del Novecento alla globalizzata contemporaneità – è una benefica sollecitazione “sinestetica”.

Come un ottimo caffè.

Photos via:
www.archiportale.com

December 10, 2013

Il Museo della macchina per caffè

Binasco (Mi)
Via Pablo Neruda, 2
+39 02 90049362
+39 02 90048362