Il mistero di Casa Mollino

casa-mollino-01

Carlo Mollino (1805-1973) – eclettico architetto e designer di cui abbiamo parlato più volte in queste pagine – arredò varie abitazioni di privati della natia Torino, una delle quali porta il suo cognome: Casa Mollino.

L’appartamento si trova in una villa di fine XIX secolo, nel cuore della città sabauda, in via Napione, 2, a pochi passi da piazza Vittorio Veneto.

Si tratta di una dimora misteriosa, in cui l’artista non visse mai, nonostante avesse desiderato farlo (la chiamava “la casa del riposo del guerriero”, dove doveva trovare posto un corridoio disseminato di foto-ricordo, «una specie di viale del tramonto», perché immaginava di trascorrere in questo spazio gli ultimi anni della propria vita).

“Misteriosa” perché sembra che Mollino la ristrutturò ispirandosi alla tomba che l’architetto egizio Kha – al servizio del faraone Amenothep III – fece realizzare nel XIV secolo a.C. per sé e per sua moglie Merit.

È possibile farsi raccontare la storia di questa casa così enigmatica dai titolari della Fondazione Mollino, che guidano nelle sue stanze chiunque voglia approfondirne la vicenda.

Photos via: Valentina Ortaggi © Domus

 

August 1, 2018

Il mistero di Casa Mollino

Torino
Casa Mollino, via Giovanni Francesco Napione, 2
+39 011 8129868