Il mandolino Minieri, giallo napoletano

Il mandolino di Giovanni Minieri è un bellissimo giallo napoletano. Questo strumento, fabbricato nel primo Novecento, ha viaggiato nel tempo e nello spazio, da Napoli alla Polonia, dalla Germania agli Stati Uniti, dove si trova tutt’ora. Così ha fatto perdere le tracce delle proprie origini.

L’artigiano che l’ha creato, Minieri, è il principale mistero. Dall’etichetta posta sul fondo della cassa armonica si capisce che era un «costruttore di liuti» titolare dell’omonima casa produttrice – «premiata fabbrica di strumenti armonici» – fondata nel 1870 e ubicata a Napoli, in vico delle Cappuccinelle, nei pressi di piazza Dante. Di questa ditta, a quanto pare, non c’è più traccia.

Ma la bellezza del pezzo è evidente. Con le quattro corde doppie d’acciaio, gli intarsi, le filettature di madreperla e avorio, è un tipico mandolino classico “napoletano” ispirato agli strumenti prodotti dalla scuola di “Casa Vinaccia”, storica azienda di liuteria partenopea attiva già nella seconda metà del Settecento.

A questo giallo napoletano non mancherà comunque una degna colonna sonora.

Photos via:
www.forestwoodsnp.org/Mando/Mando.htm

December 17, 2013

Il mandolino Minieri, giallo napoletano

Napoli
Vico delle Cappuccinelle