Il Labirinto Borges, dedalo vegetale

Labirinto Borges, Venezia, Fondazione CIni - Borges Maze, Venice, Cini Foundation

Il Labirinto Borges, giardino-dedalo inaugurato nel 2011 a Venezia, sull’Isola di San Giorgio Maggiore, e dedicato allo scrittore argentino in occasione del venticinquesimo anniversario della sua morte, si può percorrere anche, naturalmente, avvalendosi di un servizio di visite guidate.

E non potrebbe essere altrimenti, dato che, come osservava lo stesso Jorge Luis Borges, un labirinto è un edificio costruito per confondere gli uomini; la sua architettura, ricca di simmetrie, è subordinata a tale fine.

La fantastica ragnatela vegetale, composta da 3.200 piante di bosso e sviluppata su una via di uscita lunga poco più di un chilometro, è stata realizzata dalla Fondazione Cini sul progetto che l’architetto inglese Randoll Coate ideò negli anni Ottanta come omaggio all’illustre figlio di Buenos Aires.

Nel dedalo verde, la cui tessitura compone nei due sensi opposti il nome di Borges e contemporaneamente presenta simboli cari al poeta – bastone, clessidra, tigre e punto interrogativo –, è comunque molto difficile smarrirsi, perché esso è soprattutto il simbolo, utilizzato spesso nell’arte del Novecento, del disorientamento profondo in cui quel secolo si sentì abbandonato, confuso dalla perdita del centro, spaesato dalla percezione del reale come groviglio.

Lasciamoci guidare allora da questo enigmatico intrico, firmato col nome di Borges.

Photos via:

September 24, 2015

Il Labirinto Borges, dedalo vegetale

Venezia, Fondazione Giorgio Cini
Isola di San Giorgio Maggiore
+39 041 2710229
+39 041 5223563