I mobili del regno incantato di Carlo Bugatti

A Carlo Bugatti e ai suoi mobili – con una selezione di immagini relative a sedie, canapé e panche – abbiamo dedicato un articolo qualche tempo fa.

Lo scultore e designer milanese (1855-1940) si trasferì a Parigi all’inizio del Novecento aprendo uno studio in rue Jeanne-d’Arc dal quale uscirono mobili da mille e una notte. In essi si fondono decine di suggestioni stilistiche: gotiche, giapponesi, bizantine persiane, greche…

Siamo nel regno incantato di Carlo Bugatti, «diverso da qualsiasi altro», spiega lo studioso Philippe Dejean. Il suo lavoro è una specie di viaggio che, mescolando l’intero repertorio decorativo della storia dell’arte, perviene a una fantastica estrapolazione, quasi simile a un miraggio, a un giocattolo, a qualcosa di appena credibile (Ph. Dejean, “Carlo-Rembrandt-Ettore-Jean Bugatti”, Automobilia, Milano 1982).

Ecco alcuni mobili del regno incantato di Carlo Bugatti.

October 28, 2016