Hermann Hesse e lo Scoppio del Carro di Firenze nella Pasqua del 1901

Firenze, Scoppio del Carro, Piazza del Duomo - Florence, Explosion of the Cart

Lo Scoppio del Carro di Firenze è un’antica consuetudine le cui più remote origini risalgono addirittura ai tempi della prima Crociata, nel 1099.

Secondo la tradizione, il 15 luglio di quell’anno il fiorentino Pazzino de’ Pazzi fu il più veloce fra i Crociati a raggiungere la cima delle mura di Gerusalemme, sulle quali issò il vessillo bianco e rosso dell’esercito cristiano. Il condottiero Goffredo di Buglione lo premiò donandogli tre schegge lapidee del Santo Sepolcro. Dallo sfregamento delle scaglie di pietra – tuttora custodite nella chiesa dei Santi Apostoli –, veniva fatto scaturire il fuoco nuovo della Pasqua.

Poi venne l’epoca del Carro (chiamato “Brindellone” dai fiorentini), che portava in tutta la città il fuoco benedetto. Alla fine del XV secolo si consolidò l’uso di caricarlo con polvere pirica, così come si fa ancora oggi: la mattina di Pasqua un razzo a forma di colomba – la “Colombina” –, acceso col fuoco proveniente dalle tre sacre schegge, parte dall’interno del Duomo e, su un cavo, raggiunge il Carro dando vita a un meraviglioso spettacolo pirotecnico.

Ecco il resoconto che fece dell’evento lo scrittore Hermann Hesse nel 1901: Alle dodici in punto ebbe inizio con il rituale colpo di cannone un assordante scampanio proveniente da tutte le chiese. La “colomba” proruppe volando dall’altare del Duomo, coprendo indenne e senza intoppi il percorso e suscitando le grida di giubilo dei presenti. A questo punto i fuochi d’artificio del carro cominciarono a fumare e ad accendersi crepitando tutti insieme in modo pauroso, accompagnati dalle acclamazioni della moltitudine. L’intera piazza divenne satura del fumo delle polveri. Quando infine l’ultima fiammeggiante girandola si spense poco a poco e con qualche sussulto, quattro magnifici possenti buoi bianchi con finimenti di cuoio rosso e corna dorate furono aggiogati al carro e condotti in uno smagliante corteo con l’accompagnamento di tutto il popolo.

Ora come allora, il Brindellone fiorentino annuncia la Pasqua con le sue cascate di fuoco.

Photos via:
territoridel900.wordpress.com https://www.flickr.com/photos/60712898@N05/ https://www.flickr.com/photos/dgtalmac https://www.flickr.com/photos/hariseldon www.flickr.com/photos/tobeadfree www.flickr.com/photos/francescodemasi www.flickr.com/photos/andrew_annemarie www.flickr.com/photos/legiuggiolefirenze www.flickr.com/photos/22256146@N02 www.flickr.com/photos/larsphotos

April 4, 2015

Hermann Hesse e lo Scoppio del Carro di Firenze nella Pasqua del 1901

Firenze
Piazza del Duomo