Gli ex voto della Madonna di Boden: piccole storie di grandi grazie

Ex voto Madonna del Boden

15 marzo 1867. Ex voto firmato dal pittore A. Borghini. A Feriolo, durante la costruzione del nuovo porticciolo, una frana travolge parte del paese che sprofonda nel lago (è ancora là, a diciotto metri di profondità). L'uomo si salva per grazia ricevuta

E mille voti a la celeste Diva / che scaccia i nostri mali / solvon gli egri mortali, / il cui pregar per grazia al Cielo arriva. Con queste parole Torquato Tasso (1544-1595), nella lirica “A la Beatissima Vergine di Loreto”, accenna alla pratica cristiana degli ex voto, i piccoli oggetti lasciati nei santuari come ringraziamento di preghiere esaudite. “Pgr” è la sigla che spesso accompagna tali immagini: “Per grazia ricevuta”.

Qualche anno prima della nascita del grande poeta sorrentino, per l’esattezza l’8 settembre 1528, a Ornavasso, in Piemonte, una pastorella precipitata in un dirupo mentre cercava di ritrovare il gregge di pecore che aveva perduto, chiese aiuto alla Madonna. Ebbe salva la vita e ritrovò gli animali proprio nei pressi di una cappellina che custodiva l’immagine della Vergine. È la Madonna del Boden, dal tedesco “pianoro”: la zona è infatti un’antica colonia fondata nel XIII secolo dai Walser, popolazione di origine germanica proveniente dall’alto Vallese, in Svizzera.

In seguito all’evento miracoloso, ogni 8 settembre si incominciò a festeggiare la Madonna del Boden e nel Seicento fu costruito un Santuario per accogliere i pellegrini e gli innumerevoli ex voto di ringraziamento.

Ognuna di queste immagini racconta una storia. Piccole storie per chi guarda. Ma incommensurabile è la gratitudine di chi le ha vissute.

Photos via:
archiviodelverbanocusioossola.com/category/ex-voto

November 25, 2014

Gli ex voto della Madonna di Boden: piccole storie di grandi grazie

Ornavasso (VCO)
Via al Boden
+39 0323 837298