Dieci meravigliosi e solitari monasteri

Eremo di San Colombano, Trambileno-Rovereto (Trento)

Eremo di San Colombano, Trambileno-Rovereto (Trento)

Qualcuno, parafrasando il Vangelo, li ha definiti “voces clamantes in deserto”: i monasteri sono le “voci che gridano nel deserto” dell’Europa medievale, ma anche di quella contemporanea.

A partire dal V secolo, da quando incomincia la lenta ma inesorabile chiusura del sipario sui fasti millenari dell’epopea di Roma, essi diventano piano piano imprescindibili punti di riferimento degli scenari in cui andranno giocandosi le nuove vicende religiose, culturali, politiche ed economiche del continente.

L’Italia è la culla di un’esperienza cenobitica di suprema importanza per la storia d’Europa: quella iniziata da san Benedetto da Norcia (480-549), alla quale si affiancano la tradizione cosiddetta “celtica” – i cui campioni sono i monaci irlandesi Brendano e Colombano, attivi nella fondazione di monasteri tra il VI e il VII secolo – e quella “eremitica” di origine orientale, diffusa specialmente nel Meridione.

Nei monasteri e nelle abbazie si conserva e si tramanda la cultura greca e latina, pagana e cristiana, grazie all’attività esperita negli “scriptoria”, cioè i luoghi, spesso comunicanti con ricche biblioteche, nei quali schiere di pazienti monaci amanuensi armati di punteruoli, righelli, penne e inchiostro copiano su pergamene manoscritti antichi e fabbricano libri.

I monasteri sono anche oasi di valorizzazione del lavoro manuale, come ha spiegato il grande medievista francese Jacques Le Goff. Si strutturano cioè come attivi centri di produzione agricola e artigianale, attorno ai quali si organizzano vere e proprie aziende costituite da contadini e operai.

Visitiamo alcuni di questi meravigliosi e antichi luoghi di preghiera e lavoro (“ora et labora” è il celebre motto benedettino) sparsi per l’Italia.

Ne abbiamo scelti dieci tra i più “solitari” e lontani dai centri urbani.

Il primo è l’Eremo di San Colombano (foto in alto), risalente al X secolo, in Trentino-Alto Adige. Vi si arriva salendo 102 scalini scavati nella roccia.

Trambileno-Rovereto (Trento)
Tel.: +39 0464 424615 / +39 0464 433051 (per prenotazioni visite)
eremosancolombano@gmail.com
www.facebook.com/eremosancolombano/info/?tab=overview

Ci spostiamo in Veneto, nel Santuario della Madonna della Corona (XV secolo), a 774 metri di altezza, a strapiombo sulla valle dell’Adige.

Ferrara di Monte Baldo (Verona)
Località Santuario, 1
Tel. e fax: +39 045 7220014
info@madonnadellacorona.it
www.madonnadellacorona.it

Santuario della Madonna della Corona, Ferrara di Monte Baldo (Verona)

Santuario della Madonna della Corona, Ferrara di Monte Baldo (Verona)

Deviamo verso Occidente, in Lombardia, dove troviamo l’Eremo di Santa Caterina del Sasso (XII secolo), a strapiombo sulla riva orientale del Lago Maggiore, raggiungibile mediante un modernissimo ascensore che sale nella roccia.

Leggiuno (Varese)
Via Santa Caterina, 13
Tel.:+39 0332 647172
Fax: +39 0332 649113
santacaterina@virgilio.it
www.eremodisantacaterina.it
www.santacaterinadelsasso.com

Eremo di Santa Caterina del Sasso, Leggiuno (Varese)

Eremo di Santa Caterina del Sasso, Leggiuno (Varese)

Scendiamo in Toscana, per raggiugere l’antichissimo Eremo di Calomini (conosciuto anche come Santuario di Sancta Maria ad Martyres), nell’area della Garfagnana, in provincia di Lucca.

Fabbriche di Vergemoli (Lucca)
Via Eremo, 5
Tel.: +39 0583 767003
discannunc@gmail.com
www.eremocalomini.com

Eremo di Calomini, Fabbriche di Vergemoli (Lucca)

Eremo di Calomini, Fabbriche di Vergemoli (Lucca)

Restiamo in Toscana e scendiamo verso Siena, dove si stagliano solitarie nella campagna le rovine medievali dell’Abbazia di San Galgano, del XIII secolo.

Chiusdino (Siena)
Località San Galgano, 167
Tel.: +39 0577 756738
www.comune.chiusdino.siena.it/Main.aspx?ID=356

Abbazia di San Galgano, Chiusdino (Siena)

Abbazia di San Galgano, Chiusdino (Siena)

Ci fermiamo ancora nella provincia di Siena, per visitare la stupenda Abbazia romanica di Sant’Antimo, a Montalcino, risalente al IX secolo.

Castelnuovo dell’Abate (Montalcino, Siena)
Tel.: +39 075 678 9754
abbazia@antimo.it
arca@antimo.it
www.antimo.it

Abbazia di Sant’Antimo, Castelnuovo dell’Abate (Montalcino, Siena)

Abbazia di Sant’Antimo, Castelnuovo dell’Abate (Montalcino, Siena)

Ora ci spostiamo verso Oriente, ed entriamo nelle Marche per raggiungere l’Eremo di San Leonardo (XI secolo), tra i monti Sibillini, situato circa 1.200 metri d’altezza.

Rubbiano di Montefortino (Fermo)
Ufficio turistico del Comune: Tel.: +39 0736 859101

Eremo di San Leonardo, Rubbiano di Montefortino (Fermo)

Eremo di San Leonardo, Rubbiano di Montefortino (Fermo)

Procediamo verso Sud, ed entriamo nel Lazio dove, in provincia di Rieti, si trova, incastonato nella roccia, l’Eremo di San Cataldo, risalente a prima del X secolo

Cottanello (Rieti)
Tel.: +39 0746 66122
comune@cottanello.it
www.comunecottanello.it

Eremo di San Cataldo, Cottanello (Rieti)

Eremo di San Cataldo, Cottanello (Rieti)

Scendiamo ancora verso Sud, per arrivare a Subiaco, dove san Benedetto fondò nel VI secolo il Monastero di Santa Scolastica, a due passi dal quale c’è il meraviglioso santuario-monastero del Sacro Speco edificato dai benedettini a partire dal XII secolo inglobando la grotta in cui il santo si appartava per pregare.

Subiaco (Roma)
Piazzale Santa Scolastica
Monastero: tel.: +39 0774 82421
monastero@benedettini-subiaco.org
Foresteria: tel.: +39 0774 85569
foresteria@benedettini-subiaco.org
Biblioteca: tel.: +39 0774 85424
bmn-sns@beniculturali.it
Sacro Speco: tel.: +39 0774 85039
sacrospeco@tiscali.it
www.benedettini-subiaco.org

Monastero di Santa Scolastica e Sacro Speco, Subiaco (Roma)

Monastero di Santa Scolastica e Sacro Speco, Subiaco (Roma)

Ed eccoci giunti alla nostra ultima tappa, l’Eremo di San Michele Arcangelo (IX secolo), a Formia (Lazio), alle pendici del monte Altino, nella catena degli Aurunci.

Maranola di Formia (Latina)
Tel.: +39 0771 735025
www.parchilazio.it/itinerari-70-sentiero_escursionistico_storico_religioso_maranola_monte_redentore

Eremo di San Michele Arcangelo, Maranola di Formia (Latina)

Eremo di San Michele Arcangelo, Maranola di Formia (Latina)

June 8, 2016