Chianti Cashmere, dall’Asia alla Toscana con amore

Chianti Cashmere, Radda in Chianti, Siena

Nora Kravis, fondatrice dell’azienda Chianti Cashmere, a Radda in Chianti, in provincia di Siena, alleva da quasi trent’anni le celebri capre originarie delle regioni montane dell’Asia centrale (Tibet, Kashmir, Mongolia, Cina).

Lei sa bene che in un capo di cashmere, l’importanza della materia prima è tale che, sia dal punto di vista stilistico sia dal punto di vista tecnico, tutti gli sforzi devono essere orientati a sottolineare le qualità già presenti nella fibra.

E sa bene anche che, incredibilmente, da ogni singola capra è possibile ricavare soltanto cento, duecento grammi di lana, ed è per questo che la lana di capra è sempre stata preziosa, dall’antichità ai nostri giorni.

E non c’è nemmeno alcun bisogno di spiegarle che questi ovini sono molto attenti a quello che mangiano, perché molte piante per loro sono dannose o velenose (come rododendro, azalea, alloro di montagna, ranuncolo, primula e mughetto). Amano i frutti di bosco, oltre alle foglie, ai fiori e ai frutti del rovo. Se provate a offrire cibo avariato alla vostra capra, piuttosto che mangiarlo, morirà di fame (J. Moussaieff Masson “Il maiale che cantava alla luna. La vita emotiva degli animali da fattoria”, Il Saggiatore, Milano 2005).

Per Nora Kravis – che dagli anni Ottanta gestisce con indescrivibile passione questa fantastica azienda in cui alleva capre cashmere e produce manufatti artigianali come sciarpe, scialli, stole, colli, plaids, coperte e molto altro –, per Nora Kravis, dicevamo, quelle appena elencate sono nozioni elementari.

Ma l’amore per questo lavoro è tale che non si stanca di insegnare a chi la va a trovare questo e molto, molto altro.

Photos via:
www.chianticashmere.com

July 29, 2015

Chianti Cashmere, dall’Asia alla Toscana con amore

Radda in Chianti (Si)
Azienda agricola La Penisola