Castel Roncolo, romantico Medioevo in Alto Adige

Castel Roncolo, in Alto Adige, è un luogo fondamentale dell’immaginario romantico, la materializzazione di un vagheggiato “locus amoenus”, uno dei simboli di quel Medioevo esotico e folcloristico che tanto affascinò gli artisti del XIX secolo, desiderosi di fuggire dal tempo e dallo spazio in cui gli era toccato in sorte di vivere.

Del resto, questo edificio, costruito, molto probabilmente a partire dal 1237, su una rocca di origine vulcanica, ha mantenuto inalterato, nonostante i rifacimenti e le ristrutturazioni cui è stato sottoposto nei secoli, il suo profilo medievale.

E soprattutto ha custodito il più grande e meglio conservato ciclo di affreschi a soggetto profano dell’Età di mezzo.

All’esterno della Casa d’Estate, ad esempio, nel cosiddetto gruppo delle Triadi, realizzato nel 1393, campeggiano tre cavalieri della Tavola Rotonda di re Artù: Parsifal, Gavino e Ivano. E la Tavola arturiana è affrescata anche all’interno della Casa d’Estate, nella stanza detta di Garello.

La fantasia e il desiderio del poeta romantico si accendevano anche nel Palazzo Occidentale, con le scene di caccia e i tornei realizzati intorno al 1388 da artisti provenienti dalla scuola veronese.

Un intatto sogno medievale.

Photos via:
www.flickr.com/photos/comunebolzanostadtbozen/6817962690/ /www.flickr.com/photos/bigmike_it/5425573981/ www.flickr.com/photos/cmamo/6775123193/ www.flickr.com/photos/giorgio_baioni/11158022563/ www.flickr.com/photos/k_man123/10264912474/

September 3, 2014

Castel Roncolo, romantico Medioevo in Alto Adige

Bolzano
Via Sant'Antonio, 15, sentiero Imperatore Francesco Giuseppe
+39 0471 329808
+39 0471 324026