Carlo Mollino, genio sulla sedia

Mollino Sedia Casa Mollino

Carlo Mollino (Torino, 1905-1973) iniziò a lavorare alla progettazione di interni fra gli anni Trenta e Quaranta del secolo scorso.

La genialità e l’estro del designer torinese – il quale, va ricordato, era un eclettico: fu infatti anche architetto, pilota automobilistico e aeronautico, nonché maestro di sci, scrittore e fotografo – gli consentirono di realizzare un’originalissima elaborazione di forme naturali miscelate con elementi artistici propri di vari stili: Barocco, Rococò, Art Nouveau e Surrealismo.

E nella realizzazione dei mobili, la singolarità di Mollino è assolutamente evidente: siamo di fronte a oggetti liberati dall’influenza del mainstream dell’epoca, connotato soprattutto dalle geometrie e dai razionalismi della scuola Bauhaus. Oggetti che Mollino, tra l’altro, faceva realizzare da piccoli e scelti artigiani così da poter eventualmente apportare modifiche dell’ultim’ora.

L’armonia raggiunta fra perizia artigianale e sperimentazione di nuovi materiali e tecnologie costruttive – egli stesso brevettò il compensato curvato a strati sovrapposti – è tutta in queste sedie, con le loro linee “antropomorfe”, di ispirazione “organicista”.

Ognuno può scegliere la propria sedia: sono tutte meravigliose.

April 28, 2014