Villa La Rotonda, il capolavoro di Palladio

Villa Almerico Capra, detta La Rotonda, Vicenza

Villa Almerico Capra, detta anche La Rotonda, nelle immediate prossimità di Vicenza, è senza dubbio la più celebre delle ville venete, ed è anche considerata il modello ideale espresso dall’architettura di Andrea Palladio (1508-1580) che la disegnò nel 1566 su commissione di Paolo Almerico, conte e canonico vicentino vissuto per molti anni a Roma.

È stata anche nei secoli successivi un modello di riferimento imprescindibile per la progettazione di numerosi edifici sparsi nel mondo. Di essa Johann Wolfgang Goethe ebbe a dire: Forse mai l’arte architettonica ha raggiunto un tal grado di magnificenza.

Alla Villa – una struttura quadrata a pianta centrale dotata di quattro facciate con logge e scalinate e sormontata da una cupola che richiama quella del Pantheon di Roma – Goethe dedicò anche dei versi.

Secondo alcuni interpreti, una delle strofe della poesia “Mignon”, contenuta nel suo romanzo del 1795 “Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister”, si riferisce proprio alla Rotonda vicentina:

Conosci la casa? Su colonne riposa il suo tetto. / Splende la sala, riluce la stanza / e le statue di marmo si ergono e mi guardano.

Lo scrittore allude forse alle sculture che, insieme agli affreschi – tra i quali notevoli sono quelli della sala centrale realizzati dal pittore parigino Louis Dorigny –, decorano gli interni dell’edificio.

Un edificio, scrisse ancora Goethe nel suo “Viaggio in Italia”, che si offre in tutta la sua magnificenza da qualunque parte lo si guardi, così come altrettanto incantevole è il panorama che da esso si gode.

Photos via: ©Darren & Brad, ©Libby, ©panovscott, ©Hans A Rosbach, ©MCAD LibraryJesús Cerezo, ©David & Bonnie, ©David Nicholls

January 27, 2017

Villa La Rotonda, il capolavoro di Palladio

Vicenza
Via della Rotonda, 45
+39 049 8791380