La Strada della Lana, natura e industria

La Strada della Lana – che unisce il comune di Biella con quello di Borgosesia, in Piemonte – si incunea nella storia di generazioni di uomini e donne.

Incrocia, tra le alture boscose, altre strade e altri sentieri costruiti nei secoli scorsi dagli operai, che dai loro villaggi, al fischio della sirena, si muovevano alla volta dei lanifici. Corre seguendo i corsi dei torrenti accanto ai quali stanno gli opifici, costruiti là per sfruttare quei salti dell’acqua in grado di imprimere, attraverso un ingegnoso meccanismo di rotori e cavi, il necessario movimento alle grandi ruote d’acciaio delle fabbriche. Si imbatte in opere idrauliche, convitti, asili, complessi ricreativi.

Attraversa un interessantissimo e variegato “paesaggio laniero”, raccontando silenziosamente la storia dell’industrializzazione tessile nata nella Valle Strona e nella Valsassera. Si ferma talvolta per approfondire particolari fondamentali di tale straordinaria esperienza imprenditoriale: lo fa, per esempio, nella “Fabbrica della Ruota”, l’ex lanificio Zignone, simbolo del patrimonio industriale biellese, che ospita una mostra permanente sulla storia dell’attività tessile.

Un meraviglioso viaggio di cinquanta chilometri tra natura e industria umana, boschi e officine.

Photos via:
www.repubblica.it www.camminidelluomo.it

December 11, 2013

La Strada della Lana, natura e industria

Biella