San Romedio e l’orso di papa Luciani

Il Santuario di San Romedio – nella Val di Non, a Predaia, in provincia di Trento

Il Santuario di San Romedio – nella Val di Non, a Predaia, in provincia di Trento – è un magnifico edificio cristiano abbarbicato sulle ripide rocce di una parete montana. In realtà si tratta di ben cinque chiese costruite l’una accanto all’altra – meglio: l’una sull’altra – nell’arco di un millennio, fra l’inizio dell’XI secolo e quello del XX.

Il Santuario è dedicato a un eremita bavarese, vissuto fra IV e V secolo in quest’angolo del Trentino. Secondo la tradizione, mentre era in procinto di recarsi a Trento, il suo cavallo fu divorato da un orso. La gigantesca fiera però, ammansita da Romedio, si lasciò docilmente utilizzare come mezzo di trasporto alternativo.

Papa Giovanni Paolo I – al secolo Albino Luciani – scrisse una “lettera” all’Orso di san Romedio, una delle numerose missive immaginarie che, all’inizio degli anni Settanta, l’allora Patriarca di Venezia indirizzò a personaggi storici e mitici e che oggi sono raccolte in un volume intitolato “Illustrissimi”.

Ecco un passaggio dell’epistola:

Ritornando dal santuario, lo credi?, la mia preghiera è stata: “O Signore, addomestica me pure, rendimi più servizievole e meno orso!”. Non te la prendere per questa ultima espressione: per noi uomini, voi, orsi bruni e neri, dal corpo lungo, dalle zampe corte, grosse e dal pelame foltissimo, siete degli esseri maldestri e ineleganti. Noi, al confronto, ci consideriamo infinitamente gentili, snelli e slanciati. Se ti metti a ballare, tu combini solo dei disastri, laddove le nostre danze sono un miracolo di grazia, di musica e le silfidi del nostro “balletto” sono talmente leggere e agili da poter danzare sui fiori dei prati senza piegarli. Eppure? Eppure ieri sono stato tentato di capovolgere la preghiera di un mese fa in quest’altra: “Signore, facci diventare tutti orsi!”… .

©suspiria2011, ©Pablo Garcia

November 30, 2017

San Romedio e l’orso di papa Luciani

Coredo, Predaia (Trento)
Via San Romedio, 1
+39 0463 830 133