Rocchetta Mattei e i Fratelli Karamazov

All’interno della Rocchetta Mattei c’è un salone detto “dei novanta”, perché il proprietario dello splendido edificio, il conte Cesare Mattei, medico autodidatta fondatore dell’“elettromeopatia”, avrebbe voluto, una volta compiuti novant’anni, organizzarvi un grande banchetto in proprio onore e in onore dei coetanei nonagenari. Non riuscì a coronare il sogno in quanto passò a miglior vita tre anni prima di raggiungere la veneranda età.

Posto su un’altura di quattrocento metri dell’Appennino settentrionale, nel comune di Grizzana Morandi, in Emilia Romagna, il magnifico castello in stile moresco e medievale fu costruito intorno al 1859 per volontà di questo geniale uomo di scienza. Il quale ebbe anche l’onore di essere citato in un capitolo dei “Fratelli Karamazov” di Dostoevskji, laddove il Diavolo ne tesse le lodi perché grazie ai suoi rimedi è guarito da insopportabili reumatismi: «Disperato, ho scritto al conte Mattei a Milano, che mi ha mandato un libro e delle gocce, che Dio lo benedica».

Più che il Diavolo, a benedire il conte furono gli innumerevoli poveri che curava gratuitamente e tutte le famiglie del circondario, cui la sua presenza – e la contestuale costruzione della linea ferroviaria Bologna-Riola, da lui voluta – portò benessere e prosperità. E anche la bellezza del suo castello.

Photos via:
www.comune.grizzanamorandi.bo.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idArea=16540&idCat=17398&ID=17398&TipoElemento=categoria www.flickr.com/photos/fiorinolatino/292524411/ www.flickr.com/photos/tabba/496849232/ www.mauromasi.com/ViewNews.aspx?IDNotizia=48 www.tecton.re.it/divisioni/restauro/edifici-storici/rocchetta-mattei.html

December 13, 2013

Rocchetta Mattei e i Fratelli Karamazov

Grizzana Morandi (Bo)
Via Nazionale, 117