Poster vintage delle vacanze italiane

Il tempo e i luoghi delle vacanze estive raccontati dalle illustrazioni dei poster hanno profili e colori di una bellezza sorprendente. Un’arte “minore”, si dirà, con meri scopi commerciali e pubblicitari, un esercizio espressivo destinato più che altro a promuovere un prodotto per un pubblico di potenziali “clienti”.

In realtà queste opere – poster, cartoline, brochures – rappresentano un momento importante della storia della grafica. In gran parte di esse ritroviamo applicati gli insegnamenti accademici e le variazioni pittoriche delle scuole novecentiste e riecheggiati i gusti e le forme caratteristici di importanti movimenti artistici del secolo scorso, come la Bauhaus e l’Art Déco.

Molti di tali poster furono realizzati da grandi disegnatori, come Mario Puppo, Vittorio Grassi, Mario Borgoni.

La presente serie di manifesti fu realizzata nell’arco della prima metà del Novecento, quando la vacanza estiva lentamente incominciava a non rappresentare più soltanto un privilegio esclusivo di pochi fortunati abbienti. A partire dal 1927, infatti, ogni lavoratore acquisì il diritto di godere di un «periodo annuo feriale di riposo retribuito».

Dal Nord al Sud dell’Italia, ecco un campionario di queste perle.

 

December 13, 2013