Pompeo Mariani: un mare d’arte

Pompeo Mariani,

"Regata", 1895, olio e tempera su tavola

Pompeo Mariani (Monza, 1857-Bordighera, 1927) è stato uno tra i più importanti pittori italiani di paesaggi marini.

Attraverso la sua pittura il mare della Liguria entra nelle grandi mostre internazionali: all’Esposizione internazionale di Londra del 1885 è premiato per la “Notte nel porto di Genova”, mentre nel 1886 re Umberto acquista “La sera”, un’altra veduta del porto; è premiato a Liverpool per “Acqua salsa” e a Monaco nel 1888 per “Tramonto nel porto di Genova” (Aa. Vv., “Giuseppe Garibaldi, due secoli di interpretazioni”, Gangemi Editore).

Secondo Sergio Conti e Piero Bonavero egli seppe interpretare con grande finezza i paesaggi umani di Genova e della Riviera di Ponente. Paesaggi di una regione dalle luci e dalle atmosfere tipicamente mediterranee, ma nello stesso tempo avviata alla modernizzazione per essere teatro della prima rivoluzione turistica (“Riflessi italiani: l’identità di un Paese attraverso la rappresentazione del suo territorio”, Touring Editore, Milano 2004).

Vengono in mente i bellissimi versi del poeta ligure Eugenio Montale (“Corno inglese”):

Il vento che stasera suona attento
– ricorda un forte scotere di lame –
gli strumenti dei fitti alberi e spazza
l’orizzonte di rame
dove strisce di luce si protendono
come aquiloni al cielo che rimbomba
(Nuvole in viaggio, chiari
reami di lassù! D’alti Eldoradi
malchiuse porte!)
e il mare che scaglia a scaglia,
livido, muta colore,
lancia a terra una tromba
di schiume intorte;
il vento che nasce e muore
nell’ora che lenta s’annera
suonasse te pure stasera
scordato strumento,
cuore
.

Notizie approfondite sulla vita e le opere dell’artista si trovano nel sito della Fondazione Pompeo Mariani.

October 6, 2015