Paolo Garretto: il Novecento in caricatura

Paolo Garretto, Vanity Fair

La geniale matita di Paolo Garretto (1903-1989) ha saputo delineare, con pochi e veloci tratti, un bel pezzo di storia del Novecento.

Le caricature dell’artista napoletano – formatosi nelle Accademie di Belle Arti di Brera e di Roma – hanno sintetizzato le vicende più importanti del “Secolo breve”, mostrandone il volto grottesco e spesso inquietante sulle pagine di importantissime riviste internazionali, come “The New Yorker” e “Fortune”.

E anche sulle copertine di “Vanity Fair”, mensile statunitense pubblicato dalla Condé Nast fra il 1913 e il 1936, e successivamente assorbito da “Vogue”.

Le seguenti copertine del periodico newyorkese sono relative al quinquennio 1931-1935. Cinque anni che registrarono eventi epocali, come l’incrudelimento della Grande Depressione negli Usa e la salita al potere di Hitler in Germania.

Nelle caricature di Garretto passava la Storia.

September 19, 2014