Palmaria, isola delle Sirene e dei forti militari

Isola Palmaria, Liguria

Eccoci a Palmaria, la più grande isola della Liguria, che insieme a Tino e Tinetto costituisce il piccolo arcipelago della Spezia, a ovest dell’omonimo Golfo.

Fa parte del comune di Porto Venere, di fronte al cui borgo si distende.

Percy Shelley la battezzò “Isola delle Sirene”, perché avvicinandosi alle sue sponde fu incantato da un misterioso suono, che in realtà era soltanto il rumore di certe cordicelle dell’imbarcazione fatte vibrare dal vento.

Ha forma triangolare, e qualcuno azzarda l’ipotesi che nella “Nascita di Venere” Botticelli abbia ricalcato sul profilo dell’isola quello del mantello offerto dalla Primavera alla Dea dell’Amore…

A contrasto con questa aneddotica forse un po’ troppo romantica, val la pena segnalare come Palmaria abbia invece uno stretto legame con la guerra: la sua sommità, già territorio militare, ospita forti, batterie sperimentali, torri corazzate, e la sua superficie è ricoperta da una fitta macchia mediterranea che nasconde bunker antiaerei e postazioni d’artiglieria risalenti alla Secondo conflitto mondiale.

La bellissima Palmaria – insieme alle due sorelle dell’Arcipelago spezzino, a Porto Venere e alle Cinque Terre – fa parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.

September 5, 2017

Palmaria, isola delle Sirene e dei forti militari

Porto Venere (La Spezia)