Palazzo Sacchetti, l’attrattiva della grande bellezza

Palazzo Sacchetti

Sala dei Mappamondi, con gli affreschi delle "Storie di David" di Francesco Salviati

Quando si entra nella Sala dei Mappamondi, a Palazzo Sacchetti, a Roma, la forza di gravità esecitata dalle due sfere – realizzate alla fine del XVII secolo dal cartografo veneziano Vincenzo Coronelli – attrae immediatamente tutti gli sguardi e, in rapida successione, telefonini e macchine fotografiche che iniziano a pulsare nelle mani degli Instagramer e dei Blogger irretiti da tale meraviglia.

Non accade spessissimo che si possano scattare foto nelle sale di questo bellissimo edificio rinascimentale di via Giulia, opera di Antonio da Sangallo il Giovane, che desiderava farne la propria casa, nonché, parole sue, il “palazzo perfetto”.

“Italian Ways”, cui è stato concesso il privilegio di visitare Palazzo Sacchetti e di registrare immagini uniche degli ambienti affrescati da Francesco Salviati e Pietro da Cortona, ha avuto il piacere di condividere tale fortuna con alcuni giornalisti e blogger italiani e stranieri appassionati della grande bellezza di Roma (e, a proposito di “grande bellezza”, Palazzo Sacchetti è stata una delle location della pellicola italiana vincitrice dell’Oscar).

È accaduto la mattina di sabato 12 aprile scorso.

Ecco le immagini dell’edificio realizzate in quell’occasione da Renato Cerisola.

Foto via: Italian Ways – Renato Cerisola

May 1, 2014

Palazzo Sacchetti, l’attrattiva della grande bellezza

Roma
Via Giulia, 66