Palazzo delle Poste di Sabaudia

I colori del Palazzo delle Poste e Telegrafi sono quelli del mare al tramonto. L’azzurro Savoia delle tessere in ceramica del rivestimento è accompagnato con discrezione dalle cornici di porte e finestre in marmo rosso di Siena e dall’intonaco paglierino del cornicione.

I colori di fine giornata che accarezzano d’estate questa porzione di costa tirrenica sono raccontati con geometrica grazia da un edificio considerato come uno dei più importanti esempi dell’architettura razionalista italiana del primo Novecento.

Ideato da Angelo Mazzoni – esponente di spicco della corrente futurista di Marinetti – il Palazzo delle Poste di Sabaudia fu progettato e costruito tra il 1932 e il 1934, negli stessi anni della creazione del centro abitato pontino, una delle cosiddette “città di fondazione” dell’epoca fascista e allo stesso tempo uno dei simboli più importanti del razionalismo italiano in architettura.

Questa costruzione aerodinamica, coi suoi orizzontali cromatismi, non perde mai di vista il vicinissimo e colorato orizzonte del cielo e del mare.

Photos via:
www.fullframe.it/forum/viewtopic.php?f=91&t=805 www.flickr.com/photos/37227626@N00/page17/

December 10, 2013

Palazzo delle Poste di Sabaudia

Sabaudia (Lt)
Corso Vittorio Emanuele III