Ortignano Raggiolo e il Ponte della Gioconda

Ortignano-Raggiolo-10

Ortignano Raggiolo, piccolo comune in provincia di Arezzo, si trova al termine di una valle lunga e stretta dove scorre il torrente Teggina, affluente dell’Arno, fra Poppi e Bibbiena.

Il paesino medievale in pietra, fondato verso il VII secolo da gruppi di popolazioni gote o longobarde, è immerso fra i castagni ed è circondato dalle colline toscane sulle quali svetta la dorsale del Pratomagno.

Fa parte dei Borghi più belli d’Italia e nasce nel 1873 dalla fusione dei due comuni di Raggiolo e Ortignano. Il prodotto caratteristico è, ovviamente, la castagna, celebrata nella Festa di Castagnatura – che si svolge annualmente nel periodo autunnale – e raccontata nel locale Centro di Interpretazione della Castagna, dove, attraverso pannelli e una sezione multimediale, oltre che attrezzi di lavoro, si può fare un viaggio nel tempo intorno alla civiltà di questo frutto, di fondamentale importanza nelle tradizioni rurali italiane.

Per raggiungere il paese si può fare una sosta sul magnifico ponte Buriano – una trentina di chilometri a sud, verso Arezzo –, imponente struttura a schiena d’asino e sette archi (più uno interrato) che valicano l’Arno.

Il ponte – citato tra gli altri dal filosofo Michel de Montaigne che, nel suo “Viaggio in Italia”, lo definì «lunghissimo e bello» – fa bisticciare da anni gli storici dell’arte sull’ipotesi che Leonardo lo abbia dipinto nello sfondo della “Gioconda” (nonché in quelli della “Madonna dei Fusi” e della “Madonna delle Rocce”).

Photos via:
https://www.lorenzotaccioli.it/ortignano-raggiolo-il-borgo-nascosto/

May 3, 2019