L’Isola della Pescheria nel cuore dei poeti

L’Isola della Pescheria di Treviso

Giovanni Comisso ha scritto che la pescheria di Treviso era situata in un’isoletta sul Cagnan ed era la più tipica pescheria del mondo, galleggiante sulle acque.

L’Isola della Pescheria fu realizzata nella seconda metà dell’Ottocento unendo tre isolotti presenti nel fiume e trasferendo, per motivi igienici, in quel nuovo spazio separato dal centro urbano il vecchio mercato del pesce.

Il fiume – il Cagnan Grande menzionato anche da Dante in un passo del canto IX del “Paradiso” per indicare Treviso e il superbo tiranno che la signoreggiava all’inizio del XIV secolo – si raggiunge passando per il vicolo dei Buranelli, nella “Treviso dei poeti”, di cui abbiamo parlato in un altro articolo in cui si citava proprio lo scrittore trevigiano Comisso.

A proposito di poeti, all’Isola della Pescheria dedicò una lirica Donald Davie (1922-1995), critico letterario britannico: è la “dolce isola dei pesci” che compare nei sedici versi intitolati proprio “Treviso. The Pescheria”.

Photos via: ©ALDO FURLANETTO, ©FRANCO CELANT, ©Alessandro Donè, ©Luciano Terzi

November 20, 2017

L’Isola della Pescheria nel cuore dei poeti

Treviso
Isola della Pescheria