Le storie d’amore di Villa Farnesina

Villa Farnesina, Roma

©Renato Cerisola

A Villa Farnesina, a Roma, sono raccontate almeno tre storie d’amore: quelle di Psiche e Cupido, di Polifemo e Galatea, di Alessandro Magno e Rossane. Storie con trame molto diverse, ma fondate sui sentimenti e sui fattori che più comunemente entrano in gioco nelle vicende amorose: bellezza, gelosia, illusione, interesse, inganno, tradimento, sacrificio…

Del resto, lo splendido edificio cinquecentesco di Trastevere – nel quale progetto architettonico e decorazioni pittoriche si compongono in una armonia così mirabile da renderlo una delle più belle creazioni del Rinascimento italiano – fu voluto dal ricco banchiere senese Agostino Chigi, che di storie d’amore ne visse più d’una.

Egli volle che il palazzo, costruito tra il 1508 e il 1512, e oggi sede di rappresentanza dell’Accademia dei Lincei, fosse illustrato da artisti in grado di immortalare il suo gusto e la sua cultura: Raffaello Sanzio, Sebastiano Del Piombo, Baldassarre Peruzzi, il Sodoma e Giulio Romano, tra gli altri.

Ed ecco allora gli splendidi risultati di tale volontà: la Loggia di Amore e Psiche, che prende il nome dal ciclo pittorico realizzato nel 1518 da Raffaello e dalla sua scuola; la Sala di Galatea, con il Trionfo di Galatea, affresco sempre di Raffaello, e con l’imponente Polifemo, opera di Del Piombo; la Sala delle Nozze di Alessandro e Rossane, con l’omonimo affresco del Sodoma, del 1519.

E ancora, la Sala del Fregio, con le scene mitologiche dipinte nel 1508 da Peruzzi, che, undici anni dopo, realizzò anche le vedute illusionistiche della Sala delle Prospettive.

Amore e arte qui hanno vissuto insieme una bellissima stagione.

Photos via: ©Renato Cerisola ©José David Ruiz Barba

April 14, 2016

Le storie d’amore di Villa Farnesina

Roma
Via della Lungara, 230
+39 06 68027268
+39 06 68027397