La Stanza Blu di Palermo, esoterica bellezza

Palermo, La “Stanza dei decori arabi” o “Stanza Blu” di via Porta di Castro, 239 -

La “Stanza dei decori arabi” – o “Stanza Blu”, o “Moschea Blu” – è ospitata nell’appartamento di una palazzina del Settecento che si trova nel centro di Palermo, in via Porta di Castro.

Rimasta nascosta per circa due secoli, la stanza misteriosa è stata riportata alla luce un paio di anni fa, in occasione dei lavori di ristrutturazione dell’appartamento commissionati dalla coppia di nuovi inquilini.

Il ritrovamento delle pareti blu decorate da scritte arabe argentate creò subito entusiasmi e repentini tentativi di interpretazione: su tutti c’era quello di chi vi intravvedeva la testimonianza del profondo radicamento delle tradizioni islamiche nell’isola, una storia sviluppatasi fra il IX e il XIII secolo ma che, evidentemente, aveva carsicamente raggiunto e informato la cultura di epoche ben più recenti.

E in effetti, di cultura islamica in qualche modo si tratta, anche se riutilizzata in una temperie esoterica di stampo massonico. Alcuni studiosi infatti hanno individuato nella stanza lo studiolo segreto di un occultista dell’Ottocento che in questo ambiente avrebbe celebrato riti magici e iniziatici lavorando sul sincretismo fra filosofia “sufi” e liturgie massoniche, una fusione del resto già esperita nell’universo dei “liberi muratori” d’Occidente.

Il mistero della stanza rimane, così come la sua esoterica bellezza.

Photos via: ©www.resapubblica.it, ©corrieredelmezzogiorno.corriere.it

November 10, 2015

La Stanza Blu di Palermo, esoterica bellezza

Palermo
Via Porta di Castro, 239