La rinascita di Rasiglia

Il bellissimo borgo medievale di Rasiglia (di cui abbiamo già parlato qui: http://www.italianways.com/rasiglia-piccola-venezia-umbra/), in Umbria, oltre ai notevoli monumenti d’arte (come il Castello dei Trinci e il Santuario della Madonna delle Grazie, affrescato con composizioni sacre risalenti al XV secolo), ospita edifici in pietra che furono un tempo mulini, lanifici e tintorie dedicati alla lavorazione di stoffe pregiate.

Sfruttando l’energia idraulica garantita dal fiume Menotre, dalla prima metà del Seicento e fino alla prima metà del secolo scorso (quando i lanifici si sono trasferiti nella vicina Foligno), il borgo ha registrato uno sviluppo importante delle botteghe e delle attività artigianali legate alla lavorazione dei tessuti.

Oggi il parco archeologico-industriale del tessile di Rasiglia costituisce un raro esempio di conservazione di tutti gli elementi necessari alla produzione dei manufatti tessili, dalla tosatura alla realizzazione del prodotto finito, testimoniando il passaggio dai telai a mano a quelli idraulici i quali, all’inizio del XX secolo, furono sostituiti con il telaio meccanico Jacquard, che ha rivoluzionato il modo di tessere in tutto il mondo.

Dopo alcuni decenni di quasi totale abbandono il piccolo borgo, per il suo fascino chiamato anche “piccola Venezia umbra” e “Borgo dei ruscelli”, sta rinascendo e alcuni edifici protoindustriali sono stati ristrutturati a uso abitativo e turistico.

Rasiglia (Foligno, Perugia)

Photos via:
https://www.fondoambiente.it/luoghi/rasiglia-sito-archeologico-industriale-del-tessile?ldc

August 19, 2019