La Manifattura Tabacchi di Modena ridonata all’arte

La Manifattura Tabacchi di Modena

Un tempo fra le mura del Mata, la Manifattura Tabacchi di Modena, si producevano sigari, trinciati e sigarette.

Oggi il complesso architettonico – 14mila metri quadrati recentemente riconsegnati all’agibilità cittadina – ospita, dopo lavori di riqualificazione curati dall’architetto Paolo Portoghesi, uno spazio culturale e un centro per le arti.

Un tempo in questi ambienti lavoravano soprattutto donne, famose in città per la loro bellezza e per la loro “spregiudicatezza”: quest’ultima caratteristica attribuitagli, aveva naturalmente una connotazione negativa, fondata esclusivamente sul fatto che le sigaraie della Manifattura furono le prime rappresentanti del gentil sesso modenese a muoversi in bicicletta, veicolo considerato fino a non moltissimi anni fa appannaggio dei soli uomini.

In realtà, la vera “spregiudicatezza” delle lavoratrici della Manifattura si espresse piuttosto, e spesso in modo eroico, nelle lunghe battaglie sindacali che intrapresero, nell’Ottocento e nel Novecento, per ottenere salari dignitosi.

Insomma, questa antica struttura – nata all’inizio del XVI secolo come monastero, trasformata due secoli dopo dapprima in ospedale, poi in magazzino di salnitro e infine in Manifattura Tabacchi, in funzione fino al 2002 – oggi è un luogo pubblico destinato dal Comune modenese a ospitare importanti eventi culturali, a disposizione di enti e istituzioni che necessitino di spazio per la realizzazione di progetti di grande respiro.

A disposizione di tutti gli amanti della bellezza.

Photos via: ©www.mymodenadiary.it, ©Agenzia Intersezione

April 21, 2016

La Manifattura Tabacchi di Modena ridonata all’arte

Modena
Via della Manifattura dei Tabacchi, 83
+39 059 4270657