La lampada Dalù e la luce di Magistretti

Magistretti lampada Dalù

L’aspirazione di Vico Magistretti (1920-2006) era la semplicità.

La lampada Dalù, progettata dal designer milanese nel 1969, è, in tal senso, uno dei molti suoi obiettivi raggiunti.

In un’intervista di qualche anno fa, Magistretti spiegava che «è difficilissimo fare le cose semplici. Le cose semplici sono il risultato di un’estrema complessità. Si pensi alle evoluzioni di una danzatrice classica: tutto deve apparire facile, invece…».

Dalù, realizzata per Artemide, è uno degli oggetti più rappresentativi dello stile “sobrio” del grande artista, che pensava al design come all’«unica strada per entrare in contatto con il prossimo». Per questo bellezza e uso quotidiano erano per lui un unico orizzonte.

La vertigine di uno stile che aspiri a tenere insieme il binomio “difficilissimo-semplice” si supera con uno scarto imprevedibile: «Trovare un proprio linguaggio, un proprio modo di esprimersi è una grazia di Dio… Diventare padroni di un linguaggio è il frutto di esperienze, di errori e delle benedizioni di Dio».

Eccola, la luce di Magistretti.

May 26, 2014