La fortuna della Bianchina

La prima apparizione pubblica della Bianchina, realizzata dall’Autobianchi, risale al 1957, quando fu presentata al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Era la versione “de luxe” della celeberrima Fiat 500, di cui impiegava meccanica e autotelaio.

Chiamata anche “Trasformabile”, sarebbe stata prodotta fino al 1969, subendo nel tempo una serie di evoluzioni che l’avrebbero fatta diventare Berlina a quattro posti, Panoramica, Cabriolet e Furgoncino.

La “Bianchina” era l’automobile del ragionier Fantozzi, il famoso personaggio cinematografico portato alla ribalta da Paolo Villaggio nel 1975, cioè sei anni dopo che la piccola vettura dell’Autobianchi era andata fuori produzione.

Nelle tragicomiche disavventure di Fantozzi è sfortunata come il suo padrone (viene quasi sempre distrutta).

Nella realtà invece fu una macchina di grande successo.

Photos via:
www.rmauctions.com/lots/lot.cfm?lot_id=1064337

August 26, 2014