“La Cornuta” di Gio Ponti: Guerra fredda, caffè caldo

Giò Ponti La Cornuta La Pavoni 1948 macchina per caffè

Correva l’anno 1948 quando Gio Ponti disegnò per l’azienda “La Pavoni” la sua macchina da caffè.

È una scultura di metallo dal profilo sinuoso e complesso, un congegno meccanico in cui «l’ermeticità dell’organismo», come auspicava lo stesso architetto, nascondeva «la fatica del proprio lavoro»: “La Cornuta” – così si chiama questo modello ideato da Ponti – cela nei suoi tre volumi (becchi, corpo centrale, carter) tutto il complesso di meccanismi e dispositivi di norma esibiti dagli altri apparecchi omologhi.

Correva il 1948, anno di grandi tensioni in Europa e nel mondo, diviso in due blocchi contrapposti, uno a Oriente – il “blocco comunista” dell’Urss – e l’altro a Occidente – gli Usa e i suoi alleati.

In Italia, caffè ed eleganza rimanevano comunque irrinunciabili.

July 30, 2014